La Torpediniera - Musica Italiana
09 Maggio

Una replica alle affermazioni di Claudio Ferrante dopo la mia intervista su Rockol

Scritto da 

anche lui sembra non aver compreso quanto da me espresso nell'intervista. Tant’è che scrive cose che avvalorano maggiormente la mia tesi. Non capisco la puntualizzazione su Il Volo. Non ho forse detto io stesso che li ho scoperti seguendo in TV “Ti lascio una canzone”?

Ma se non ci fosse stato il mio intuito e il lavoro successivo, sarebbero arrivati dove sono oggi? E che fine hanno fatto tutte quelle migliaia di ragazzi che sono passati in tutti quei programmi di Cenci e di Leonardo De Amicis? I casi sono due o la scelta iniziale è stata sbagliata o è mancato un altro Torpedine con lo stesso intuito.

Capisco che la puntualizzazione gratuita di Ferrante su ‪#‎ilVolo‬ serve solo per dare a Cenci e a Tony Renis una certa paternità del loro successo, confondendo poi ruoli e realtà.

Ma ci sta.

Per amicizia si può fare anche di più. Magari servirebbe maggiore cognizione di causa, visto che Ferrante parla per sentito dire e non ha certo avuto ruoli ne’ interessi nel percorso intrapreso da Il Volo.

Dice poi Ferrante che i “Morgan” in giuria sono molto più televisivamente centrati di un manager o un discografico. Quindi a lui sta bene che si vada avanti così?

Non pensa che questo è utile solo ai fini televisivi?

Significa che se lui o io o altri troviamo nei talent un vero talento e il “Morgan” della situazione ce lo butta fuori, abbiamo sprecato un’occasione. Ferrante sa bene che se i tanti “Morgan” che vengono riciclati dalla TV nelle varie giurie non hanno risolto i loro problemi artistici e commerciali, non possono certo risolvere quelli di altri giovani promesse.

Pertanto insisto sulla mia tesi sui Talent show: occorre una maggiore competenza nella scelta a monte. Una seria partecipazione di addetti ai lavori per dare un seguito all’esposizione televisiva.

Un intervento finale della discografia con seri investimenti artistici ed economici oltre a una spinta ai suoi centri decisionali internazionali.

Questo potrebbe servire al settore e forse, in questo modo, anche agli artisti lanciati dai talent show citati con tanta enfasi da Ferrante. Forse anche loro potrebbero andare ben oltre la Svizzera . Io l’ho dimostrato e da solo.

 

 

MT - OPERA & BLUES | via Saffi, 87/3 - 40131 Bologna - +39 051 25 11 17 | Family srl - P. iva 041760990373

Designed by

x

Iscriviti alla nostra newsletter

o seguici!